Vai al contenuto principale

La Prova Finale consiste nella esposizione e discussione in seduta pubblica di un elaborato finalizzato a dimostrare l’acquisizione di specifiche competenze scientifiche e la capacità di elaborazione critica.

Consiste nella preparazione di una tesi di laurea corrispondente a 34 CFU. La tesi, che può essere redatta in italiano o in inglese, deve consistere in un lavoro personale e contenere contributi originali, e deve essere svolta sotto la supervisione di un docente titolare di insegnamento nei Corsi di Laurea Magistrale (o Laurea) in Fisica (relatore).

Lo studente può scegliere la tesi, riempiendo un apposito modulo*, controfirmato dal relatore, quando abbia conseguito almeno 60 CFU.

La tesi viene esaminata da una commissione di 3 docenti, nominati dal Coordinatore del CCCS (Comitato di Coordinamento per i Corsi di Studio), che esprime una valutazione in trentesimi e, poi, presentata davanti a una commissione costituita da 11 docenti (professori e ricercatori dell’Università di Perugia).

Per favorire l'orientamento degli studenti sulle possibilità di tesi all'interno della struttura universitaria, le attività di ricerca in Fisica nell'ambito del Dipartimento di Fisica e Geologia vengono presentate periodicamente agli studenti, a cura del Coordinatore del CdS in Fisica, attraverso una serie di seminari. Inoltre, sono favorite tesi esterne per mezzo delle numerose collaborazioni in Italia e all'estero che sono condotte dai vari gruppi di ricerca. Allo stesso tempo, si fa in modo che gli studenti possano conoscere anche le attività condotte dal personale di altri enti di ricerca collegati con il Dipartimento di Fisica e Geologia dell'Università di Perugia.

Ulteriori informazioni sulle modalità di formazione della commissione di Laurea e la valutazione della tesi possono essere trovate nel regolamento della Laurea Magistrale in Fisica

Vai a inizio pagina
Sommario